ASSOCIAZIONE PER L’AGRICOLTURA BIODINAMICA SEZIONE SICILIANA "DEMETRA"

Via Giovanni Pascoli, 24 98051 BARCELLONA P.G. (ME) tel. e fax 090.9705192

Email: salamitafrancesco@hotmail.it

DAL 1974 COLTIVIAMO SECONDO LE DIRETTIVE DEMETER

 

Che cosa è il Movimento Biodinamico.

L'agricoltura biodinamica è una moderna presa di coscienza sull'agricoltura, promossa da Rudolf Steiner nel 1924.
Coltivare con il sistema biologico-dinamico significa essere consapevoli della situazione agricola attuale, cercando di porvi rimedio attraverso un'agricoltura che rispetti la terra, l'ambiente, l'uomo.
La terra, perché ormai il terreno è squilibrato dalle monocolture, impoverito dai concimi chimici, inquinato da diserbanti e pesticidi, che vi permangono a, lungo e che fluiscono nei corsi d'acqua causandone l'inquinamento. L'uomo, perché è ormai noto a tutti che molte cause di malattie hanno origine da cibi "inquinati".
La "qualità".d ei prodotti provenienti dall'agricoltura biodinamica è invece la naturale conseguenza di una sana cura della terra e delle piante. L'ambiente, perché le attuali tecniche agricole tendono ad annullare l'equilibrio ambientale con la distruzione dei paesaggio agricolo, con arature, profonde che facilitano gli smottamenti del terreno, l'eliminazione e l'incuria dei fossati e dei corsi d'acqua che nei momenti di piena straripano causando danni ingenti, "l'abbattimento di boschi, l'eliminazione dei filari di piante e di siepi, la distruzione degli organismi che vivono nel terreno, nonché degli uccelli a cui mancano arbusti dove nidificare e campagne disinquinate dove pasturare. La società, perché soprattutto i giovani sono alla ricerca di un lavoro 44 motivato", e l'agricoltura biodinamica offre una nuova maniera di concepire e lavorare la terra. Infatti si può coltivare con questo sistema soltanto se si è coscienti dei grandi nessi che regolano la natura e si conoscono le pratiche per applicarli.


L'alternativa proposta dal Metodo Biodinamico è:

Creare un sistema bilanciato il cui scopo principale è la vivificazione dei terreni con rotazioni e colture intercalari, con sovesci, con mezzi di difesa non pericolosi per gli esseri viventi, con una maggiore valorizzazione del bestiame, con il rispetto della fauna e quindi con il ripristino di un equilibrio naturale. - Valorizzare l'uso dei letame. Curare l'allestimento dei cumuli e del composto, usare i trattamenti con i preparati biodinamici (che sono elaborazioni di sostanze vegetali e animali esposte a particolari influssi cosmici), - Lavorare il terreno con arature superficiali, affinare le tecniche di diserbo meccanico, favorire l'impiego delle leguminose attraverso le quali i batteri nel terre 1no possono rendere disponibili molti chilogrammi di azoto per ettaro, mantenere e sviluppare l'humus nel terreno, patrimonio incalcolabile per le attuali e future generazioni.

 

Aderendo all'Associazione si possono avere:

- Il calendario delle semine;
- Bollettino;
- Pubblicazioni tecniche informative;
- Conferenze;
- Corsi teorici e pratici;
- Visite collettive guidate in Italia e all'estero;
- Eventuali borse di studio per futuri consulenti;
- Consulenze su problemi pratici.

 

Estratto dello Statuto

Art. 1:

L'Associazione per l'agricoltura Biodinamica è costituita con lo scopo di portare un rinnovamento e un progresso nell'agricoltura, orticoltura, e silvicoltura e giardinaggio, secondo i metodi scientifici biodinamici esposti da Rudolf Steiner che consentono la tutela dell'equilibrio ecologico e la vitalità della terra.

Le attività dell'Associazione sono:

- Diffondere fra i propri associati e anche al di fuori della cerchia dei soci l'esatta conoscenza dei metodo biodinamico in agricoltura, orticoltura e silvicoltura e assicurarne la corretta applicazione per mezzo di lezioni, conferenze e assistenza agli operatori, con corsi, lezioni, sperimentazioni, riunioni con agricoltori, ecc.;

- Promuovere, diffondere e tutelare con i mezzi riconosciuti dalla legge il metodo biodinamico in agricoltura, orticoltura e silvicoltura;

- Pubblicare e distribuire materiale bibliografico ed opuscoli;

- Fondare, finanziare centri di informazione, ricerca, studi e consulenza e sperimentazione pratica;

- Mantenere i rapporti col Goetheanum di Dornach in Svizzera.

 

Art. 3:

Associati. Gli associati si distinguono in:

a) Socio Ordinario: possono essere soci ordinari i produttori di prodotti agricoli, orticoli, silvicoli, di giardinaggio, gli esperti, tecnici e consulenti delle produzioni suddette.

b) Socio Benemerito: sono soci benemeriti quei soci ordinari che pagano un contributo nella misura che verrà determinata dal consiglio di Sezione e che comunque dovrà essere in misura' superiore a quella di dieci annualità dei soci ordinari. Tutti i soci hanno diritto _di voto.

 

Art. 5:

Amici dell'Associazione: tutti coloro che -non potendo essere soci come detto nell'art. 3 tuttavia intendono interessarsi ai metodi biodinamici ed aiutarne la conoscenza e la promozione, possono iscriversi come Amici dell'Associazione, senza diritto di voto.